La Rivista PANGEA

Gentili lettori,
GEAM cerca sempre più di porsi come interlocutore privilegiato di imprese, studi professionali o singoli professionisti, per dibattere le tematiche tecniche e legislative nel campo dell’ambiente, della sostenibilità delle geotecnologie delle materie afferenti alle scienze geotecniche e della terra in senso generale.

Ora, per rendere più completa la nostra offerta, non limitata ai solo nostri soci, ma anche alla società civile e professionale che ci segue e partecipa alle nostre manifestazioni, il consiglio direttivo ha deciso di affiancare alla nostra rivista GEAM, che ha oltre 50 anni di attività e che si distingue principalmente per il contenuto scientifico di alto livello, tanto che ha ottenuto di entrare a far parte dei Database Scopus ed ISI, questa rivista on line denominata PANGEA, di più facile divulgazione e che possa raggiungere tutto il mondo che opera nei nostri campi di elezione.

Vorremmo che la nostra rivista PANGEA, avesse la possibilità di dare ai giovani o meno giovani professionisti, una serie di Case History, o articoli che, pur garantendo il livello scientifico elevato che ha contraddistinto da sempre la nostra associazione, permetta di avere delle indicazioni o soluzioni ai problemi contingenti del lavoro di tutti i giorni.

La nostra rivista “madre” GEAM ha circa 1000 lettori per numero, mentre il sito di internet dell’Associazione riceve migliaia di visite al mese.

Il nostro obiettivo di minima sarebbe di almeno triplicare le visualizzazioni, visto anche che la rivista, che nasce dalle ceneri di una rivista di carattere ambientale che ha cessatole pubblicazioni, dispone comunque di una lista di circa 10.0000 contatti.

Naturalmente questo progetto ha un costo, che cercheremo di limitare al massimo, ma che necessita di trovare qualcuno, come voi che possa essere interessato a pubblicizzare il proprio know-how o il proprio nome, sulle operazioni di lancio della rivista stessa. Potremo infatti far comparire il vostro nome in tutte le comunicazioni della rivista, concedervi l’uso del banner o di una pagina pubblicitaria per un periodo di tempo, linkare il vostro sito al nostro e così via.

La nostra segreteria è a disposizione per quantificare la vostra eventuale contribuzione al lancio di questo prodotto/servizio mentre il direttore della Rivista, Prof. Domenico De Luca e la redazione tutta sono disponibili anche a farvi partecipare con un articolo tecnico che possa dare una ancor maggiore visibilità ai vostri prodotti/servizi.

Vi ringraziamo per l’attenzione che vorrete dare a questo primo numero della rivista e vi informiamo che per il primo anno le inserzioni saranno assolutamente gratuite, onde per cui anche voi possiate testare l’effetto della vostra presenza sulla nostra rivista.

La Redazione